Centenario Cooperfisa Fisarmoniche

con l’orchestra Romeo e i Cooperfisa feat. Walter Losi

1 Ottobre 2022 – ore 22,00

Castelfidardo, Piazza della Repubblica

EVENTO GRATUITO

Per festeggiare il centenario della Cooperfisa Fisarmoniche di Vercelli non poteva mancare l’Orchestra Romeo e i Cooperfisa per un’esibizione esclusiva con Walter Losi.

La Cooperfisa è una ditta storica che produce fisarmoniche, con sede a Vercelli. Fu fondata nel 1921 con il nome di “Coopé Armoniche”, come cooperativa formata da ex operai specializzati di altre botteghe artigiane. La cooperativa si specializzò nella costruzione di fisarmoniche e principalmente nella creazione della timbrica “Musette”. Durante la seconda guerra mondiale la produzione subì un rallentamento, essendo destinata per gran parte all’esportazione. Negli anni sessanta il settore entrò in crisi, a causa dello scarso utilizzo di fisarmoniche, tanto che molte botteghe chiusero. La Coopé Armoniche tuttavia sopravvisse con tre soci lavoratori. Nel 1981 furono affiancati agli anziani artigiani alcuni giovani provenienti dalle scuole di avviamento professionale e si ripercorrono i vecchi mercati. L’azienda cambiò nome diventando “Cooperfisa di Aichino e Roviaro Successori Cooperativa Armoniche”. Oggi su ogni strumento che viene prodotto si incide ancora a mano la scritta: “Vercelli – Italia”. Il suono e la qualità delle fisarmoniche “made in Vercelli” vengono apprezzati dai diversi professionisti come Beppe Carnevale e Massimo Castellina.

Il Gruppo “Romeo e i Cooperfisa” nasce, dopo anni di impegno e sacrificio, dalla volontà di mostrare in modo dinamico e giovanile le infinite possibilità di questo meraviglioso strumento che è la fisarmonica. L’obiettivo del gruppo è di creare una formazione piena di energia e passione che rappresenti in maniera nuova la musica da ballo e non solo, attraverso questo strumento. E’ composto da tre fisarmonicisti, una cantante e un’orchestra che si esibiscono in un vasto repertorio musicale che spazia in qualunque genere assecondando qualsiasi tipo di richiesta, dal ballo liscio al latino, dal classico alla musica dance, fino alla tradizione popolare, rappresentando in maniera completa la grande versatilità della fisarmonica.
Disponibile anche in altre formazioni che prevedono un minimo di 5 elementi fino ad arrivare alla formazione completa che vanta la presenza di 8 musicisti, il gruppo si esibisce da ben 8 anni nelle più importanti piazze d’Italia ed estere riscontrando successi indiscussi.

 

Walter Losi, fisarmonicista e compositore, nasce a Borgonovo Val Tidone (PC) nel 1960 e vive un’infanzia precoce perché già a quindici anni, fa parte di un’orchestra, “I Ranger” e si esibisce in tutta la provincia piacentina.
La sua storia ha tuttavia origini ancora più lontane: a dodici anni ascoltando un amico che si esercita con la fisarmonica subisce quell’attrazione fatale che lo porta a studiare musica seguito dal Maestro Elio Piazza che sa esigere da lui il massimo dell’impegno, sostenuto da un autentico talento. Walter Losi si forma anche “sul campo”, o meglio sul palco, pur continuando le lezioni con docenti privati. Dai Ranger passa all’orchestra di Fausto Prati e poi nel 1978 a diciotto anni nella sua vita artistica entra Franco Bagutti: diciotto anni trascorrono veloci… diciotto anni in cui sfida il pubblico con il cuore e con la musica, pur lasciando convivere due anime nella propria personalità: l’artista e l’uomo con i piedi per terra. In questo periodo iniziano le sue esperienze discografiche. La prima incisione è “Luna d’estate” che rappresenta pure il quarto disco di Franco Bagutti. Da qui sfida un panorama discografico ricco di competizioni: un gioco seducente da cui uscirà vincitore; un’arma perfetta per sfidare ed ottenere successo, mescolando con felice naturalezza, composizione ed esecuzione.
Continua, quindi, la produzione discografica; Walter Losi interpreta e compone. Disegna un modo d’essere tradizionale, ma tanto moderno da risultare attualissimo. Nel ’96 passa con “L’Orchestra del Cuore” composta da professionisti provenienti da altre orchestre e tutt’oggi Walter è lì, anche se nel 2003 l’orchestra prende il nome del suo leader Gigi Chiappin.
Losi non partecipa a concorsi:”Le vittorie più belle sono quelle che il pubblico ti attribuisce ogni sera sul palco o acquistando i tuoi dischi.” Nel suo percorso professionale non mancano, però, trasmissioni RAI come solista, esibizioni d’ascolto in tutta Italia e partecipazioni a trasmissioni pure nelle principali TV private, compreso un premio alla carriera nel 2004 a Bedonia e nel 2006 a Castelfidardo nella rassegna “Musica senza parole” durante il 31° Premio e Concorso Internazionale “Città di Castelfidardo”
Una vita intensa, la sua, che lascia spazio alla famiglia, alla sua passione per i grandi virtuosi dei singoli strumenti, al genere jazz e classico, alle due figlie Maela e Taira… Una vita semplice la sua? Forse no. È proprio una vita artistica, come quella di Walter Losi, che sa scrivere le più belle pagine di storia.