DARIO FLAMMINI

Nato a Basilea nel 1972, ha intrapreso lo studio della fisarmonica bajan sotto la guida del M° A. Di Zio, proseguendo dal 1988 con il M° Max Bonnay presso il Conservatorio di Parigi.

Diplomatosi con il massimo dei voti al Conservatorio “N. Piccinni” di Bari nella classe del M° M. Pitocco studia poi composizione con il M° M. Della Sciucca.

Ha frequentato numerosi corsi di perfezionamento in Italia e all’estero con i migliori maestri di questo particolare strumento tra i quali J. Mornet e P. Busseuil presso il Centro di Formazione Musicale di Avignone , M. Ellegaard presso l’Accademia Musicale Pescarese, C. e M. Bonnay presso il Centro di Formazione Musicale di Nizza.

Si è classificato primo al Concorso dell’ANIF di Foligno nel 1988 (primo premio assoluto); secondo al prestigioso Concorso Internazionale di Castelfidardo sempre nel 1988; primo al Concorso Internazionale di Musica da Camera di Sanguinetto (VR) nel 2000 con il Trio Solotarev vincendo nello stesso tempo il “Premio Discografico Rivoalto-Ducale”; primo al Concorso di Musica da Camera di Gravina di Puglia; primo al Concorso per concertisti di fisarmonica di Loreto Marche nel 1999.

Nell’ambito della musica contemporanea ha eseguito alcune prime esecuzioni tra le quali: “Sinfonie Est-Ovest” di B. Porena, “Sypario” di S. Bussotti, “D’Ance” di D. Anzaghi, “Preludio, Corale e Finale” di S. Calligaris, “Intus” di A. Sbordoni, “Pensieri Interrotti” di A. Solbiati collaborando con le più importanti associazioni concertistiche di questo settore come “Nuovi Spazi Musicali”, “Nuova Consonanza”, “Novurgia”.

Ha inciso un Cd con il Bussottioperaballet sotto la direzione del compositore stesso, un Cd con la Rivoalto-Ducale ed uno con la Stradivarius. Quest’ultimo include l’incisione della Sonata “Et Exspecto” per bajan solo ed opere di G. Ligeti, di A. Schnittke, J. Tiensuu; notevole è stata la critica nelle maggiori riviste specializzate come Classic Voice, Amadeus, Wire e Cd Classic. E’ fondatore del trio Solotarev, formazione cameristica composta da tre bajan, specializzata nella ricerca e nell’esecuzione di opere originali.

Viene spesso invitato a far parte della giuria del Concorso Internazionale per concertisti di fisarmonica nella città di Castelfidardo; è docente di fisarmonica bajan presso il Conservatorio di Musica  “A. Casella” dell’Aquila.