Angelo Pignatelli

Angelo Pignatelli nasce il 23 aprile 1973 a Ceglie Messapica; inizia lo studio della fisarmonica all’età di sette anni e successivamente del bandoneon.

Ha svolto corsi di perfezionamento in Italia e all’estero al fianco di docenti di fama mondiale tra cui ricordiamo: J. Mornet (Francia), M. Vayrynen (Finlandia); inoltre nel corso accademico 2003/2004 segue gli studi presso la scuola musicale di Kragujevac (Serbia).

Si diploma in fisarmonica presso il conservatorio “L.Cherubini” di Firenze e successivamente consegue il II livello abilitante-Af77 presso il conservatorio di Bari.

Già in giovane età brucia le tappe vincendo numerosi concorsi nazionali ed internazionali tra cui ricordiamo il premio “Città di Monopoli 1998”,”Città di Altamura 2000”,Città di Avezzano 2004”,”Città di Castelfidardo 2004”.

Nel 1999 intraprende l’attività didattica presso l’accademia musicale di Villa Castelli fondata con la collaborazione di Mino La Penna; nel corso degli anni molti allievi hanno conseguito risultati di notevole prestigio sia nei conservatori statali che nei concorsi nazionali ed internazionali.

Nel 2000 fonda un’orchestra di giovani fisarmonicisti con l’intento di valorizzare un repertorio classico-contemporaneo trascritto e ri- arrangiato appositamente, per evidenziare le possibilità timbriche e sonore dello strumento.

Nel 2005 nasce il progetto “NUEVOTANGO” con il fine di riproporre musiche di Astor Piazzolla, con concerti nei teatri italiani ed esteri.

Abbina all’attività concertistica un’intensa attività didattica, trasmettendo ai propri allievi nuovi percorsi tecnico-espressivi; inoltre, periodicamente, organizza eventi e master-class con docenti di fama internazionale.

Ha scritto numerose composizioni per fisarmonica e varie formazioni da camera, che possono essere richieste presso la casa editrice “Berben” di Ancona; ha tenuto concerti da solista in Grecia e Austria e Canada.Dal 2007 è titolare della cattedra di fisarmonica nella scuola secondaria di primo grado ad indirizzo musicale “Pacuvio-Don Bosco” di Brindisi.