JAF/ SIMONE ZANCHINI PER IL WEEKEND JAZZ DI CASTELFIDARDO

Scritto da PIF on . Postato in News

cocco-zanchini-duoDall’incontro tra uno strumento giovane ed un genere in continua evoluzione nasce a Castelfidardo  Jazz Accordion Festival, cinque appuntamenti sotto il marchio di qualità PIF da mercoledì 7 a domenica 11 dicembre, ingresso gratuito. L’assessore alla cultura Ruben Cittadini ha coinvolto nel progetto un’artista di rango come Simone Zanchini che di questo percorso è un autentico precursore. Il musicista romagnolo sarà protagonista in prima persona dei concerti del week-end e ha contribuito alla scelte di gruppi e location: Ten Cafè, Amaranto’s, On Stage, Kantiere, Sala consiliare. Terreni inesplorati, strade che si incrociano. “Dal punto di vista storico, la fisarmonica ha bisogno di tempo per ritagliarsi quel posto d’onore che strumenti classici come il pianoforte e il violino occupano – spiega Zanchini -, ma negli ultimi anni, il quadro è cambiato notevolmente, con l’ingresso nei Conservatori e il riconoscimento nelle Accademie. Analogamente, il jazz è ad un punto di svolta e la fisarmonica nel jazz sta prendendo sempre più campo: un crescendo rossiniano che sta travolgendo quelle barriere ed etichette legate alla musica folkloristica e popolare». Castelfidardo – luogo d’elezione per la fisarmonica, la cui produzione eccelle a livello mondiale e al top nell’organizzazione del PIF – lancia un segnale importante, strizzando l’occhio al jazz “contaminato” e all’arricchimento tra generi, facendo incontrare vari mondi musicali. Ogni gruppo di scena al Jazz Accordion Festival farà convivere più espressioni, improvvisando ma con pieno rispetto delle origini. Così sarà con il Giacomo Rotatori trio (mercoledì 7) ispirato alla musica etnica e alla tangheria, con il jazz trio De Luca-Manzi-Di Teodoro feat Giacomo Uncini (giovedì 8), con il progetto Just in tune di Ermes Pirlo, Paolo Bacchetta e Giacomo Papetti (venerdì 9), con il jazz moderno di “Casadei Secondo me” del quartetto di Simone Zanchini (sabato 10) e con il Bikers duo (Zanchini-Bedetti, domenica 11) che esplorerà la parte più melodica della jazzofilia.
«La scelta stilistica di esibirsi in questi spazi è conseguenza del rapporto viscerale e diretto che il jazz instaura con il pubblico – spiega Simone Zanchini –; ci teniamo particolarmente ad avvicinare quella fascia giovanile che si approccia con più naturalezza al locale piuttosto che a sedi istituzionali. Dimostreremo e scopriremo insieme come la fisarmonica sia uno strumento dalle incredibili potenzialità non sempre valorizzate e manifeste, anzi talora penalizzate da una immagine stereotipata».

Il progetto JAF vede la collaborazione di Tiranti fisarmoniche, Ottavianelli accordions, Scandalli accordions, Victoria accordion, Zero Sette Accordion factory e tutti i locali che ospitano le serate.

 Jazz Accordion Festival (ingresso gratuito)

  • Mercoledì 7 dicembre, ore 22.00, Ten Cafè, porta Marina: “Vento do sul”: Giacomo Rotatori trio: Pierpaolo Pupilli (chitarra classica), Giacomo Rotatori (fisarmonica), Nicola Sartini (tromba e flicorno).
  • Giovedì 8 dicembre, ore 22.00, Ristorante Amaranto’s, via Adriatica: Jazz trio feat Uncini: Antonino De Luca (fisarmonica), Massimo Manzi (batteria), Emanuele Di Teodoro (contrabbasso) feat Giacomo Uncini (tromba).
  • Venerdì 9 dicembre, ore 22.00, On Stage club via Soprani: Just in Tune trio: Ermes Pirlo (fisarmonica), Paolo Bacchetta (chitarra), Giacomo Papetti (contrabbasso).
  • Sabato 10 dicembre, ore 22.00, Kantiere, via Jesina: Simone Zanchini quartet in “Casadei secondo me”; Simone Zanchini (fisarmonica), Stefano Bedetti (sassofono), Roberto Bartoli (contrabbasso), Marco Frattini (batteria).
  • Domenica 11 dicembre, ore 12.15, Sala Convegni via Mazzini: Bikers duo Stefano Bedetti (sax) – Simone Zanchini (fisarmonica).

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento