La giuria 2014

Presto sarà disponibile la giuria 2015, attualmente in fase di composizione.

[+ info?] clicca sui nomi per visualizzare più contenuti della giuria 2014.

 

SANTOLOCI Alfredo - Presidente

Presidente giuria

CLASSICA

 

Alfredo SantolociAlfredo Santoloci, direttore del Conservatorio Santa Cecilia di Roma. Compositore e polistrumentista, Santoloci è diplomato in Composizione, Musica Elettronica, Sassofono e Clarinetto. Le sue composizioni sono state eseguite sia in Italia che all’estero (Barcellona,Parigi, Varsavia, Tel Aviv, Teheran, Istambul). Ha realizzato spettacoli teatrali, radiofonici e televisivi. Sue composizioni sono state trasmesse dalla RAI (Rai2, Rai3, Radio3) e Radio Vaticana. Suoi lavori orchestrali sono stati eseguiti sotto la sua direzione in importanti festival di jazz e di musica contemporanea (JAZZ & IMAGE-Roma; NUOVA CONSONANZA-Roma; FESTIVAL delle NAZIONI-Città di Castello; PERUGIA CLASSICO-Perugia). Ha suonato in Italia e all’estero con le Orchestre italiane più prestigiose (Orchestra dell’Accademia di S.Cecilia - Orch. Sinfonica della RAI - Orch. Ritmi moderni della RAI - Orch. Del Teatro dell’Opera di Roma - Orch. Del Teatro S.Carlo di Napoli) sotto la direzione dei Maestri: Luciano Berio, Lorin  Maazel, Daniel Oren, Georges Prêtre, Giuseppe Sinopoli. Le sue opere e suoi CD sono pubblicati da: "Rai Trade", "Edelmusic" di Milano," Vicky Production" di Pavia , "Pentaflower" e “Domani Musica” di Roma. Attualmente è docente presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma. Ha svolto una trentennale attività concertistica sia in qualità di esecutore di jazz che di direttore di Big Band. Ha vinto il primo premio come miglior allievo ad Umbria Jazz ‘86 nei corsi tenuti dalla Berklee College of Music di Boston diretti da Gary Burton. Ha suonato con: Sal Nistico, Rosario Giuliani, Xavier Girotto, George Garzone, John La Porta, Massimo Urbani, Maurizio Giammarco, Maria Pia De Vito.

 

CD PUBBLICATI:

  • Toniche S/Concertanti per orchestra jazz - ed. Domani Musica RM
  • La Passione secondo Maria – ed. Rai Trade
  • Sax in preogress – ed. Rai Trade
  • Coriolano – ed. Xenam Music

 

OPERE PUBBLICATE:

  • “Trasparenze” (per Orchestra da camera)
  • “Sogni” (per Orchestra da camera)

AMERIKOVA Yulia

Russia

 

CLASSICA

yulia_amerikovaNata nel 1980 a Mosca, Yulia Amerikova ha iniziato lo studio della fisarmonica nella scuola di musica all'età di 7 anni. Ha terminato nel 1995 con la fisarmonica a piano e nel 1999, Yulia è laureato alla State Musical College di Gnessins. 

Dal 1999 al 2004 Yulia Amerikova ha studiato sia fisarmoniche a piano che a tasti, presso l'Accademia Russa di Musica Gnessins, con uno dei migliori insegnanti di fisarmonica nel mondo, il celeberrimo professor Viatcheslav Semionov. 

Durante gli studi,  ha vinto il Concorso Internazionale "Il Maestro e l'allievo". 

Yulia è diventata anche il vincitore del concorso di arrangiamento per strumenti folk d' orchestra russi. Le sue composizioni sono state eseguite dai migliori orchestre popolari - come la "Ossipov" orchestra nazionale di strumenti popolari accademici, dall' orchestra folk  della TV e della Radio di Stato russa.

 

BARAN Klaudiusz

Polonia

 

CLASSICA

Klaudiusz BaranNato a Przemysl. Nel 1995 si è laureato presso l'Accademia di Musica Fryderyk Chopin di Varsavia nella classe del prof. Jerzy Jurka. Grazie ad una borsa di studio del governo francese, ha proseguito i suoi studi presso il Conservatorio "Paul Dukas" di Parigi nella classe del prof. Max Bonnay'a.

Egli è il vincitore, tra gli altri, del Primo Premio al Concorso Nazionale di Fisarmonica a Katowice nel 1993, del primo premio al Concorso Internazionale di Fisarmonica di Castelfidardo (Italia) nel 1997e del primo premio al Concorso Internazionale di Fisarmonica a Parigi nel 1997. 

Come solista ha collaborato con numerose orchestre filarmoniche: Philharmonic Hall, l'Orchestra Baltic Philharmonic, Philharmonic Hall, Rzeszów Philharmonic, Filarmonica Góra, Zielona Góra Philharmonic, Filarmonica di Kielce, Szczecin Philharmonic, Kalisz Philharmonic, Filarmonica Orchestra, Polish Radio Orchestra, Sinfonietta Cracovia Orchestra AUKSO "Capella Bydgostiensis "," Concerto Avenna "Camerata Academia," Capella Premisliensis "Orchestra" Vratislavia, Dresdner Philharmonic, la Philharmonie Greiz-Reichenbach, Philharmonie Meinengen, "Fresco Sonare" Polish Radio Orchestra "Amadeus", Tarnów Chamber Orchestra, l'Orchestra di Plock Symphony Orchestra Filarmonica di Władymirze, Lviv Orchestra "Academy", sotto la direzione di Jerzy Maksymiuk, Tadeusz Wojciechowski, Reinbert de Leeuv, Agnes Duczmal, Michael Nesterowicz, Stefan Fraas, Reinhold Petersen, Zsolt Hamara, Jiri Malata, Charles Oliveri-Munroe, Adam Klocek, Zygmunt Rychert, Lucas Visa, Martin Nałęcz-Niesiołowski, Krzysztof Urbanski, Daniel Raiskin, Stefanos Tsialis, Miroslaw Skoryk, Hector Guzman e altri. 

Ha collaborato con artisti come: Roby Lakatos, Ivan Monighetti, Julius Berger, Moncayo von Hase Susana, Tomasz Tomaszewski, Krzysztof Jakowicz, Konstanty Andrzej Kulka, Krzysztof Jablonski, Peter Pławner, Tomasz Strahl, Andrew Bauer, Michael Nagy, Vadim Brodsky, Waldemar Malicki, Paul Gusnar Royal String Quartet, il quartetto "Bell'Arte". 

Nel marzo 2009, ha avuto l'opportunità di eseguire "Le sette ultime parole di Cristo sulla Croce" di Sofia Gubaidulina, in presenza del compositore. 

È un membro fondatore di gruppi come Tangata Quintet (con il quale è stato per due volte nominato per il Fryderyk Award nel 2004 e nel 2005), Machina del Tango e DesOrient.

Si è esibito da solista e in formazioni cameristiche e orchestre sinfoniche in Polonia, Francia, Italia, Austria, Ucraina, Russia, Spagna, Repubblica Ceca, Germania, Serbia, Slovacchia, Lituania, Estonia, Gran Bretagna, Bielorussia, Norvegia, Cina e Argentina.

È stato invitato come docente di scambio internazionale di interpretazione musicale in Polonia, Francia, Serbia.

Nel 2003, esce il suo primo album inciso per l'etichetta Sony Classical che si è aggiudicato il Phonographic dell'Accademia "Fryderyk 2003" nella categoria - "Migliore Album - musica da camera."

Ha effettuato numerose registrazioni per la Radio e la Televisione polacca, così come musiche per il cinema, il teatro e dello spettacolo.

È professore presso l'Università di Musica di Varsavia Frederic Chopin, dove nel 2002-2005 ha lavorato come Responsabile della Cattedra della fisarmonica.

 

 

 

BATTISTON Ivano

Italia

CLASSICA

 

Ivano BattistonTitolare della cattedra di fisarmonica presso il Conservatorio “Cherubini” di Firenze, ha studiato con Salvatore di Gesualdo diplomandosi con menzione d'onore al Conservatorio di Castelfranco Veneto.
Nel 1978 ha vinto il primo premio al XXVIII Trophée Mondial de l’Accordeon e successivamente ha conseguito anche i diplomi di musica corale e di fagotto approfondendo inoltre lo studio della composizione con Bruno Coltro.
Ospite delle più importanti istituzioni musicali, Battiston svolge attività concertistica come solista, con formazioni orchestrali e con musicisti come Avi Avital, David Bellugi, Mario Brunello, ecc. Ha inciso per Deutsche Grammophon, Ema Records, Fonit Cetra, Velut Luna, ecc. ed è stato premiato in diversi concorsi internazionali di composizione.

BJELETIC Miljan

Serbia

CLASSICA

 

MILJAN BJELETICLaureato al National Music Academy "P.I. Chaykovsky" a Kiyev, è professore associato di fisarmonica presso la Facoltà di Arte di Nish (Serbia).
Molti tra i suoi studenti hanno vinto alcuni tra i più prestigiosi concorsi internazionali come World Trophy, Coppa del Mondo, Città di Castelfidardo, Klingenthal ecc.
Solista di successo, è stato docente di seminari in Europa e in Asia.
Nel 2013 la CIA Confederazione Internazionale di Fisarmonica (Coupe Mondiale) gli ha attribuito un un premio speciale per i suoi successi di insegnante.

BULL Linda

Australia

WORLD MUSIC, VARIETE’

 

LINDA BULLLinda comincia gli studi in musica classica (violino e viola) per laurearsi, in seguito, in Scienze Politiche e Italiano, che insegna all'Università in Australia per molti anni.
Trasferitasi in Canada nel 2003, inizia lo studio della musica tradizionale americana, sopratutto “old-time”, mentre continua la sua ricerca sulla musica popolare italiana. Da professionista, suona a Vancouver e lavora come musicista di studio e come turnista con cantautori sia in Canada che all'estero.
Linda è' un’esperta presentatrice radiofonica e produce una trasmissione di musica italiana intitolata “Give ‘em the boot!” su CiTR 101.9FM dal 2006. E’ anche una delle presentatrici della storica trasmissione “In the Pines”, trasmessa su CFRO 100.5FM, che si occupa di musica bluegrass e old-time.
Tra le sue attività anche quelle di giornalista musicale, promotrice, traduttrice ed agente musicale impegnato a portare la musica ed i musicisti italiani in Canada.

CICCOTELLI Antonio

Italia

WORLD MUSIC

ciccotelliokAntonio Ciccotelli nasce a Campobasso il 16 ottobre 1973 e intraprende giovanissimo lo studio della fisarmonica per poi seguire un percorso artistico - didattico differente diplomandosi in giovane età in corno presso il Conservatorio di Musica Statale “G. Rossini” di Pesaro -sezione staccata di Fermo- con il M° Venturini.

 Dopo aver collaborato in qualità di cornista con diverse orchestre sinfoniche (Orchestra Regionale delle Marche D. Alaleona, Orchestra Giordani, Orchestra Giovani Strumentisti Piceni, Orchestra Benedetto Marcello, Sinfonica di Ancona) e celebri formazioni cameristiche classiche (Ottetto di fiati “En plein aire” di Rimini, “I Fiati Italiani” di Chieti), volta completamente pagina per tornare a quella passione che, ancor prima di intraprendere gli studi musicali in Conservatorio, lo aveva accompagnato: la fisarmonica. Inizia così una nuova e brillante carriera artistica che lo vede collaborare in qualità di fisarmonicista con le più celebri orchestre romagnole tra cui l’Orchestra “Mario Ruspa: il clarino di Romagna” e l’Orchestra “Borghesi”. Ha collaborato anche in veste di autore e compositore con importanti edizioni musicali quali: ART, Molpas, Ruspa Sonora, Tre d, Notami folk.

 A questa sua attività artistica ha sempre accompagnato l’esperienza musicale più “classica” della musica da camera per fiati fondando il Quintetto di Fiati “Melange D’Ages” e collaborando con il decimino di fiati “Armoniosi Musici”; nel 1998/99 ha frequentato il corso di musica d’insieme per fiati presso l’Accademia Pescarese “Scuola Superiore di Musica” sotto la guida del M° Maurizio Colasanti, e successivamente ha instaurato un solido legame artistico con il M° Dante Milozzi (primo flauto della Rai di Torino). nel 2007 ha inoltre frequentato la “Masterclass di Musica d’Insieme” con il M° Paolo Carlini (primo fagotto dell'Orchestra Regionale della Toscana) con il quale è poi proseguita una proficua stagione di studio. La musica classica lo ha visto attore principale in qualità di esecutore ed arrangiatore, ma anche e soprattutto di produttore discografico. E’ infatti titolare della società di Edizioni Musicali Notami (www.edizioninotami.it) per la cui etichetta “Notami classica” ha prodotto due progetti discografici di musiche del M° Euro Teodori per quintetto di fiati e solisti dal titolo “Grandine” e Pentaerofonia” e sta lavorando all’uscita di un terzo cd con musiche rielaborate per oboe solista e quintetto di fiati. L’attività di editore musicale non si esaurisce con la musica classica ma si allarga alla didattica, producendo e distribuendo il “Metodo per Oboe” del M° Francesco Di Rosa (1° Oboe solista dell’Orchestra S. Cecilia di Roma) ed il “Metodo per Tromba” del M° Daniele Giardina, ed anche alla musica jazz. Si distingue in questo settore in qualità di produttore discografico raffinato ed innovativo con all’attivo ben 10 produzioni discografiche per l’etichetta “Notami jazz” tra le quali risaltano collaborazioni importanti con musicisti del panorama jazzistico internazionale quali Mike Melillo, Marco Tamburini e Fabrizio Bosso. Numerosi sono stati i riconoscimenti da parte di giornalisti e critici musicali di settore che hanno riconosciuto nei diversi progetti discografici originalità e qualità. Questo l’ha portato ad allargare i propri orizzonti artistici collaborando stabilmente in qualità di cornista con la Big Band “Colours Jazz Orchestra” sotto la direzione del M° Massimo Morganti in particolare un recente progetto internazionale "Gil Evans Project" nel festival "Ancona jazz" diretto nell'occasione da Ryan Truesdell

D’ASCANIO Paolo

Italia

VARIETE’

 

PAOLO-DASCANIONato a Capistrello (AQ) ha iniziato giovanissimo lo studio della fisarmonica e quello del pianoforte presso il Conservatorio dell’Aquila per diplomarsi a Ravenna (pianoforte) e Bari (fisarmonica).
Vincitore di numerosi concorsi nazionali ed internazionali per fisarmonica e pianoforte, dall’ 87 al ’95 collabora come fisarmonicista in tourneè con Luciana Turini, Stefano Ruffini, Gianni e Marco Morandi, Fiordaliso, Don Baki, e in tourneè teatrali con Vittorio Gassman. Suona con il maestro Gervasio Marcosignori (Oscar mondiale della Fisarmonica).
Attualmente si esibisce in concerto in Italia e all’Estero in formazione solistica, trio, quartetto e quintetto, collabora con l’Orchestra del Collegium Musicum di Bari diretta dal M° Marrone, con il polistrumentista di radice jazzistica Nuccy Guerra (il quale ha suonato con i piu famosi solisti di jazz internazionale quali Dizzi Gillespie, Chet Baker, Lee Konitz e Art Farmer).
D’Ascanio è attivo anche in teatro grazie alla collaborazione con l’attore Paolo Panaro e con l’attrice Nunzia Antonino.
Oltre ad una intensa attività concertistica che spazia dal classico al jazz, D’Ascanio tiene seminari.

DEL FAVERO Andrea

Italia

WORLD MUSIC

Del Favero AndreaAndrea del Favero ha iniziato la sua carriera di musicista nel 1982 con il gruppo La sedon salvadie, uno dei più anziani gruppi in attività nel folk italiano, nel quale ancora oggi milita.
Con La Sedon Salvadie ha inciso nel 1986 un primo ormai storico disco, Il gri e la moscje, che vedeva alcuni giovani musicisti (Giulio Venier, Glauco Toniutti, Emma Montanari e Marisa Scuntaro) interagire con i più significativi suonatori tradizionali del Friuli.
Tra il 1988 e il 1990 ha fatto parte della formazione italo-irlandese Current, mentre nel 1993 è la volta di Faliscjes , insieme con Silvio Orlandi, Marco Zoletto e l'etnomusicologo e musicista istriano Dario Marusic, con partecipazioni assidue anche del musicista tradizionale della Slavia friulana, Liso Iussa, di Lino Straulino e di Paul Bradley.
Nell'aprile 1995 è stato insignito del premio Moret d'aur, prestigioso riconoscimento per il lungo lavoro a favore della musica tradizionale friulana.
Ancora con La Sedon Salvadie nel 1995 vede la luce Stories, nel 1996 e 1997 ha preso parte al progetto Adio, Leòn!, nato come collaborazione tra i gruppi Calicanto, La Sedon Salvadie e Abies Alba per celebrare i duecento anni della caduta della Repubblica di Venezia.
Uscito nel 2001, il libro Villotte e canti popolari del Friuli, contenente quasi un centinaio di trascrizioni di brani tradizionali friulani, con semplici notazioni per uso didattico, pubblicato da La Libreria di Demetra, con allegato un compact disc con una trentina di brani eseguiti da La Sedon Salvadie. Poco dopo partecipa alla realizzazione dell'album Scric Bic Scarabic, curato da Giulio Venier: un'antologia di registrazioni raccolte sul campo nell'arco di vent'anni.
E' direttore artistico, fin dalla prima edizione (nel 1979, come Fieste di chenti) del folk festival estivo Folkest, il più grande folk festival del Sud dell'Europa.
Nel corso dell'inverno 2005 ha dato vita a un nuovo progetto musicale, chiamato Tischlbong, insieme con il vecchio amico e cantautore Lino Straulino, la violinista Fulvia Pellegrini e il percussionista Pietro Sponton, ai quali si è poi aggiunto il cantautore austriaco Ed Schnabl, dedicato alla musica e alla cultura del paese di Timau, una frazione del comune di Paluzza ai piedi del passo di Monte croce Carnico, dove ancor oggi circa duecento persone parlano un arcaico dialetto tedesco dalle sonorità uniche.
Dall’estate del 2009 con un nuovo trio, formato insieme con Dario Marusic e il chitarrista e cantante toscano Giulio D’Agnello, indaga le intersezioni tra il repertorio del primo Fabrizio De André e la musica trobadorica di matrice occitana. A questa formazione si è recentemente aggiunto il chitarrista Meme Lucarelli che con D’Agnello divide l’esperienza nel gruppo toscano Mediterraneo.

DELLAROLE Giorgio

Italia

CLASSICA

 

GIORGIO-DELLAROLEFisarmonicista atipico, si dedica prevalentemente allo studio e all’interpretazione del repertorio barocco e classico con uno strumento che si è sviluppato nella sua forma attuale solo nel secondo Novecento.
Ha suonato in tutto il mondo come solista e in formazioni dal duo al sestetto e ha pubblicato CD con repertori che spaziano dalla musica antica al tango.
È docente di fisarmonica presso il Conservatoire de la Vallée d’Aoste e presso il Conservatoire Royal di Mons (Belgio).

 

DJOKIC Dragan

Serbia

 

CLASSICA

 

Dragan-DjokicDragan Djovic è nato nel 1964 a Kragujevac, dove ha iniziato la sua educazione musicale alle elementari, continuando la sua formazione alle scuole superiori di musica "Dr. Miloje Milojevic". Quando il maestro Radomic Tomic si è trasferito da Mosca, ha frequentato la sua classe, ottenendo significativi risultati a livello internazionale e in competizioni federali. Uno di questi è stato il primo premio a Pula, categoria concertistica, e come  l'essere stato scelto a rappresentare la Ex-Jugoslavia al Campionato del mondo di Caracas dove non ha potuto partecipare a causa della guerra.

Nel 1994 completa i suoi studi post-laurea con il massimo dei voti e tiene concerti, sia come solista che con altri strumentisti e orchestre in Italia, Francia, Svizzera, germania e Slovacchia. A fianco dell'attività di concertista, si dedica all'insegnamento e mediante il successo dei suoi allievi ottiene il supporto del Ministero della Cultura del Baden-Wuttemberg, dove diventa docente di riferimento per allievi dotati di fisarmonica.

E' delegato alla Coupe Mondiale e membro della giuria a Castelfidardo e prende parte regolarmente a concerti di rilevanza internazionale con artisti come Christian Knebel, Michel Kern ed altri, dove sviluppa programmi di musica barocca, rinascimentale, classica e moderna.

DOUYEZ Olivier

Belgio

CLASSICA

 

Olivier DuyezProfessore di fisarmonica al Conservatorio Reale di Mons “Arts2”, direttre dell’ ATM – Atelier Musical Manage Seneffe, cofondatore della Compagnia Enchantée (teatro e musica), fondatore del quartetto Accroch, del quintetto Hybris, del duo Douyez (viola e fisarmonica con suo figlio Loris), fondatore e direttore artistico del festival Accordéons-nous.org, musicista e compositore.
Ha conseguito al Conservatorio Reale di Musica di Mons il primo premio di solfeggio, di musica da camera, di fisarmonica classica e piano, il diploma Superiore in fisarmonica con il massimo della votazione.
Ha partecipato a numerosi concorsi ed ha vinto il Campionato Mondiale in Venezuela, il primo premio al concorso internazionale di Ginevra e di Vichy, primo classificato al concorso Dexia e allo Charlileir di Charleroi. Ha al suo attivo numerosi concerti in Belgio e all’estero, in televisione e radio. Tiene molte Master Class in Europa, Italia, Polonia, Francia. È direttore d’orchestra con l’ATM Orchestra (40 musicisti).

 

FREIRE Anìbal

Portogallo

CLASSICA, VARIETE’

Freire
Aníbal
Freire fu il primo fisarmonicista portoghese a conseguire il titolo di Campione del Mondo nel 1972, successo che  ha ripetuto nel 1974.

È membro della giuria internazionale e invitato ad organizzare Masterclasses di fisarmonica sia in Portogallo o all'estero.

È docente a l'Istituto di Musica Vitorino Matono a Lisbona, fondatore e presidente dell'Associazione di Fisarmonica Alcobaça / Portogallo e fondatore / direttore dell'Orchestra Tipica e Coro di Alcobaça.

Come insegnante è stato messo in evidenza dai risultati conseguiti dagli studenti a livello nazionale e internazionale.

È compositore e comme direttore artistico / organizzatore è responsabile della Settimana Internazionale della Fisarmonica, che ha portato  a Portogallo i migliori fisarmonicisti del mondo, su una diffusione costante di questo ottimo strumento

GIACCAGLIA Emiliano

ITALIA

 

CLASSICA

GiaccagliaOK

Pianista, si è diplomato a pieni voti nel 1994 sotto la guida del M° Bruno Bizzarri, presso il Conservatorio “G.Rossini”di Pesaro e successivamente ha conseguito la laurea al biennio interpretativo e compositivo presso il conservatorio G.B.Pergolesi di Fermo ,sotto la guida del M°Enrico Belli. . Svolge attività concertistica sia come solista che in diverse formazioni cameristiche, suonando in importanti manifestazioni.

Sempre in qualità di solista si è esibito con l’ ensamble d’archi La Corte Sveva e più volte con l’ Orchestra Sinfonica di Pesaro, anche in occasione della visita del Santo Padre Giovanni Paolo II a Loreto. Dal 1994 si interessa alla musica argentina, in particolare di Astor Piazzolla, perfezionandosi con il M° Hugo Aisemberg e vincendo nel 1999 il concorso di esecuzione musicale a Macerata Feltria(PU). Nel 1992 ha ottenuto la qualifica di "Pianista Didatta per l'Infanzia" assegnatagli dal Fondo Sociale Europeo dopo aver frequentato un corso indetto dalla scuola di musica "Lino Liviabella" di Macerata, negli anni 1996-97   il Seminario sulla "Solmisazione- Ritmica e pensiero pedagogico di Zoltan Kodaly" tenuto dal M° Maggiori. Ha frequentato il seminario sulla musica del ‘900 del M° Bruno Canino a Ravenna, i seminari di interpretazione del M° Riccardo Risaliti a Recanati,dei Maestri Franco Gulli ed Enrica Cavallo sulle sonate per violino pianoforte a Reggio Emilia, del M° Bruno Bizzarri nell’ ambito dei “Seminari Intenazionali di Macerata. Svolge una intensa attività didattica presso la Civica scuola di musica “P.Soprani“ di Castelfidardo dove ricopre inoltre la carica di Direttore Artistico,già docente presso la Civica scuola di musica “B.Gigli” di Recanati tenendo dal 2002 al 2004 anche i Seminari Estivi, presso l’Accademia Feronia di San Severino Marche dove inoltre nel 2004 2005 ha tenuto i Seminari Estivi di Perfezionamento, e, a Macerata, presso la scuola di musica “L. Liviabella” tenendo dal 2006 il corso di “Fisiologia della tecnica pianistica”nell’ ambito dei Seminari Internazionali.Viene invitato come giurato nei concorsi nazionali ed internazionali.Ha registrato per Rai 2 E Rai 3. Numerosi suoi alunni sono vincitori di concorsi nazionali ed internazionali. Si esibisce stabilmente con il duo Michelangelo ’70 insieme al violinista Michele Torresetti.

 

HERMOSA Gorka

Spagna

CLASSICA

HERMOSA GorkaPablo Zinger (ex-pianista di Piazzolla) ha detto:

La musica di Gorka Hermosa mi ha colpito per la sua originalità, la sua atmosfera e il suo virtuosismo. Fa della parola crossover una realtà intensa. È un musicista di grande talento, da tenere sott'occhio.

Nato nel 1976 a Urretxu (Paesi Baschi), è un musicista molto poliedrico: fisarmonicista, compositore, insegnante, scrittore, editore…

Gorka Hermosa è stato il primo fisarmonicista spagnolo a suonare come solista in un'orchestra sinfonica (l'orchestra della TV e della Radio Nazionale Spagnola e  più di 12 volte con altre orchestre diverse). Spesso presente negli studi televisivi e radiofonici spagnoli e dà concerti in tutta Europa (Finlandia, Norvegia, Estonia, Germania, Slovenia, Svizzera, Francia, Italia, Portogallo e Spagna). Ha suonato più di 20 opere per fisarmonica di compositori spagnoli. Ha anche suonato vari stili musicali, tra cui flamenco, fado, folk, pop-rock, jazz, techno, fusion… suonando con musicisti come Paquito D Rivera (vincitore di un Grammy), Javier Peixoto (Madredeus), Pablo Zinger, Ara Malikian, La Mari (Chambao), Luis Auserón (Radio Futura), Carmen París, José Luis Montón, Germán Díaz, Baldo Martínez, Carlos Soto (Celtas Cortos), Nacho Mastretta, India Martínez… 

Compositore classico, le sue opere vengono suonate dai musicisti di tutto il mondo (USA, Brasile, Cina, Nuova Zelanda, Madagascar, Russia, Lituania, Gran Bretagna, Germania, Francia, Italia, Slovenia, Bosnia, Serbia, Portogallo, Spagna…), tra cui alcuni dei vincitori dei più importanti concorsi di fisarmonica (Grayson Masefield, Dorin Grama, Alexander Verettenikov, Iñigo Aizpiolea, martinas Levickis, Julien Gonzales…) e altri musicisti famosi come Alexander Selivanov, Yulia Amerikova, Helmut C. Jacobs o Renzo Ruggieri. Le sue opere sono state anche eseguite negli esami di laurea dei conservatori più importanti del mondo (Mosca, Londra, Pechino, Shangai, Trossingen… ).

Ha pubblicato tre CD personali, per lo più con le sue composizioni, e ha fatto più di 20 collaborazioni discografiche. Ha scritto quattro libri sulla fisarmonica e ha dato conferenze sulla storia della fisarmonica in Macedonia, Italia e Spagna. Attualmente è docente di fisarmonica al Conservatorio "Jesús de Monasterio" di Santander.

JBANOV Roman

Russia

CLASSICA, VARIETE’

roman_jbanov

Comincia gli studi in Ucrania e li completa in Siberia ed ottiene molti premi in tutti i concorsi nazionali suo paese. Diplomato al conservatorio di Novosibirsk, ottiene il premio della Cutura e delle Arti per i programmi dei suoi concerti. Tiene concerti da San Pietroburgo a Pechino come solista con la Grande Orchestra Popolare Russa. Nel 1997, pluripremiato nei grandi concorsi internazionali, sceglie la Francia dove tiene corsi presso scuole di musica e conservatori. Jbanov si adopera per far scoprire tutte le sfumature della fisarmonica da concerto attraverso le musiche adattate o scritte per fisarmonica da J.S. Bach al folklore russo.

KRUMM Philippe

Francia

WORLD MUSIC, VARIETE’

krumm philippePhilippe Krumm è un esperto di fisarmoniche, strumenti ad ancia libera di metallo e di strumenti tradizionali della world music. Giornalista viaggiatore, oggi editore e fondatore di numerose riviste sul mondo della musica e della fisarmonica, autore di numerosi articoli sul mondo della musica e della fisarmonica, Philippe Krumm perennemente in viaggio a partire dalla fine anni 70 per scoprire e incontrare i popoli del mondo, la loro musica ed i loro strumenti… Dopo gli studi di marketing, si dedicò all'etnomusicologia della Francia Nanterre, organologia il Conservatorio Superiore di Musica di Parigi e di acustica musicale a Jussieu. Egli sarà responsabile della missione per la musica tradizionale del Ministero della Cultura, Direzione della musica (1982,1989).  Fondatore di etichette Silex Cinque pianeti ed è stato anche direttore del festival di Saint Chartier… Ha inoltre partecipato a numerosi seminari e conferenze sulla storia degli strumenti della musica popolare.

LO RUSSO Marco

ITALIA

 

VARIETE'

 

lorussoMarco Lo Russo aka Rouge nasce a Latina il 27 aprile 1977. Fisarmonicista, compositore, arrangiatore, produttore, musicologo, direttore d’orchestra e docente presso i Conservatori di Musica G. Nicolini di Piacenza e G. P . da Palestrina di Cagliari .

Definito dalla critica e da innumerevoli artisti di fama mondiale artista rappresentativo dagli orientamenti più avanzati e aggiornati della cultura musicale del nostro tempo, è annoverato nell’Annuario del Cinema Italiano  per i suoi lavori compositivi per la televisione (RAI, RTI, SKY), il teatro, solisti e per la sua intensa attività concertistica.

Illustri apprezzamenti da parte di Ennio Morricone, Leo Brouwer, Nicola Piovani, Piera Degli Esposti, Giorgio Albertazzi, Pupi Avati e molti altri, lo identificano quale eccellenza italiana di fama internazionale. È estremamente eclettico, amante delle sonorità mediteranee e contemporanee con interessi musicali che spaziano dal repertorio classico sino al tango argentino passando per contaminazioni jazzistiche ed elettroniche.

Calca palcoscenici e trasmissioni televisive internazionali in numerosissime occasioni esibendosi anche in presenza di Papa Benedetto XVI e Papa Francesco in mondovisione.

MATTILA Kimmo

Finlandia

CLASSICA, WORLD MUSIC, VARIETE’

Kimmo MattilaKimmo Mattila è un personaggio chiave nello scenario internazionale della fisarmonica. Si è diplomato alla Sibelius Academy di Helsinki – l’unica università musicale in Finlandia e una delle più importanti in Europa – per poi intraprendere una prolifica carriera come musicista, arrangiatore, insegnante, editore, direttore di festival internazionali. In quest’ultimo ambito ricordiamo il suo impegno come direttore del festival Sata-Häme Soi di Ikaalinen, ruolo che ha ricoperto per ventisette anni. Ha assunto anche cariche importanti nelle organizzazioni internazionali che promuovono la fisarmonica in tutto il mondo: segretario generale della Confédération Internationale des Accordéonistes (CIA), presidente della Finnish Accordion Association e direttore del Finnish Accordion Institute. Alcuni anni fa ha pubblicato “Accordion ABC”, un manuale in quattro volumi rivolto ai principianti, mentre sul piano concertistico è attualmente impegnato in duo con la violista Aino Ojakoski, con la quale ha pubblicato un CD dove sono confluiti molti brani della tradizione musicale finlandese.

MELICHAR Alfred

Austria

CLASSICA

Alfred MelicharNato nel 1957 a Vienna, ha studiato a Vienna e Varsavia (con Lech Puchnowski). Fisarmonicista bandoneonist solista con la Netherlands Radio Symphony Orchestra, l'Orchestra Bruckner di Linz, Camerata Atene, Ensemble Wiener Collage (presidente dal 2003), Austrian Ensemble for New Music, Ensemble Die Reihe, Ensemble Reconsil, Ensemble Kreativ, K & K-Experimental Studio. Molteplici le sue produzioni attraverso la collaborazione con compositori contemporanei (tra cui Cerha, Dinescu, Marez Oyens, Tsepkolenko, Urbanner) tra cui una serie di nuove opere per fisarmonica, fisarmonica e musica da camera, produzioni radiofoniche e CD.

Collabora come bandoneonista (opere di Piazzolla, Weill e altri) con la RSO Orchester di Vienna, Orchestra della Radio di Monaco, Mozarteum Orchestra Salzburg, RSO Ljubljana, Okoun Ensemble .

Insegna come professore di fisarmonica presso l'Università di Anton Bruckner di Linz e in corsi e seminari internazionali.

MORNET Jacques

Francia

CLASSICA, VARIETE’

 JacquesMornet2Jacques Mornet, che ha iniziato a suonare la fisarmonica in tenera età, ha presto scoperto e sviluppato una passione per l'insegnamento. E’ stato prima conduttore, poi direttore della Scuola di musica locale LE THOR, nel sud della Francia ; dal 1963 al 1992 ha creato le classi dove gli studenti possono suonare strumenti a fiato come il flauto, il Sassofono, la tromba…

 

Rapidamente ha correlato gli strumenti a fiato con la fisarmonica ed ha elaborato una tecnica educativa molto innovativa ed efficiente. Questa tecnica educativa ha ricevuto grandi onori in tutto il mondo.

 

I suoi studenti hanno partecipato brillantemente ai più grandi concorsi internazionali: Coppa del Mondo, Trofeo Mondiale, Castelfidardo, Klingenthal, In giugno 2014, i suoi studenti hanno vinto 103 primi premi in concorsi internazionali, della musica classica e animazione.

 

Jacques Mornet è membro di numerosi comitati internazionali. Allena studenti e segue corsi di perfezionamento in tutto il mondo. E 'docente presso il famoso "Schola Cantorum" a Parigi.

 

E 'stato il fondatore di CNIMA nel 1995, dove ha realizzato numerose ricerche e fondato un team che, seguendo i suoi passi, rafforza la posizione del Centro come "una scuola sperimentale."

 

Jacques Mornet è vice-presidente della Confederazione Mondiale de l'Accordéon (CMA).

 

MURRAY Owen

Inghilterra

CLASSICA

 

murray500-2Nato in Scozia, ha studiato con Mogens Ellegaard alla Royal Danish Academy of Music di Copenhagen. Si è laureato nel 1982 e, tornato in Gran Bretagna, con il suo modo di suonare ed insegnare ha contribuito fattivamente all’introduzione dello studio della fisarmonica nei conservatori.
Nel 1986 la Royal Academy of Music di Londra istituisce una sezione di fisarmonica e, primo del suo genere nel Regno Unito, Murray viene nominato professore. Molti degli studenti sotto la sua guida vincono prestigiosi concorsi e intraprendono una carriera di successo. Murray non ha solo ispirato una
nuova generazione di giovani artisti, ma ha anche commissionato un notevole corpus di opere di compositori britannici.
Nel 1993 gli è stata conferita la più alta onorificenza dell'Accademia, un Hon. RAM che rende omaggio al successo con cui ha pienamente integrato la fisarmonica nella vita di uno dei conservatori musicali leader mondiali. Un onore toccato prima di lui a Claudio Abbado, Vladimir Ashkenazy, Daniel Barenboim, José Carreras, Pablo Casals, Yehudi Menuhin, Oliver Messiaen, Itzhak Perlman, Mstislav Rostropovich, Leonard Slatkin e Alfred Schnittke.
Owen Murray si è esibito in molti dei festival più importanti del mondo e con molte delle principali orchestre

OSWALDINHO do Acordeon

Brasile

 

WORLD MUSIC/VARIETE'

oswaldinho-3Foi a primeira sanfona de oito baixos, que ganhou de presente de seu pai, que possibilitou a Oswaldinho do Acordeon tornar-se um mestre moderno de seu instrumento.

Carioca, filho de Pedro Sertanejo, nosso precursor do forró em São Paulo, Oswaldinho do Acordeon mudou-se para São Paulo aos oito anos, onde se iniciou no piano, pois não havia professores de acordeon. Porém acabara sempre namorando a sanfona, instrumento que no fundo mais gostava. Aos 12 anos, já tocava profissionalmente com o pai na gravadora Continental e em diversas casas de forrós.

Buscando o aperfeiçoamento, em 1976 conheceu o professor italiano Dante D’Alonzo e começou a estudar pra valer. Estudou música clássica por 13 anos, tendo sido inclusive aluno de Paulo Feolla no “Conservatório Santa Clara”.

O talento raro lhe rendeu uma bolsa no Conservatório Dante de Milão (Itália) e em 1984 Oswaldinho do Acordeon apresentou-se como atração no Festival do Campeonato Mundial de Acordeon e conquistou a admiração de portugueses, ingleses, alemães, suíços, canadenses, japoneses e americanos.

Sua carreira registra gravações com as principais estrelas da MPB e teve a oportunidade de abrir um show de All Jarreau, na França e participar de projetos como: Pixinguinha, US-TOP, Free Jazz Festival, Rock in Rio, inúmeros festivais na Franca, Suíça, Nova York e também no Brasil. Seu talento também esteve presente no MTV Acústico Rita Lee, MTV Acústico Cássia Eller, DVD SPC – Só Pra Contrariar, Show dos 500 anos de Descobrimento do Brasil – Rede Globo, Festival de Amiens, na França (2003), Prêmio TIM 2008 (Homenagem à Dominguinhos), tendo sido ganhador deste mesmo prêmio no ano de 2005 – Melhor Disco “Cada um belisca um pouco” – categoria Instrumental.

Oswaldinho também tem no seu registro atuações como solista convidado por Orquestras como: Jazz Sinfônica de São Paulo, Orquestra de Câmara de Curitiba, Orquestra Sinfônica do Paraná, Orquestra Sinfônica de Santo André, Orquestra Experimental de Repertório, Orquestra Jovem do Estado, Orquestra Infanto-Juvenil de Violões, Banda Sinfônica do Estado de São Paulo, Orquestra Sinfônica de Santos, Orquestra Sinfônica de Porto Alegre, Banda Sinfônica de Cubatão, entre outras.

Oswaldinho do Acordeon é reconhecido mundialmente pelas “fusões” de estilos musicais em suas obras, além de estar sempre difundindo seu instrumento para a quebra de barreiras culturais. Oswaldinho foi o primeiro acordeonista no Brasil a fazer uso de um acordeon digital, ampliando seu repertório de timbres e sons para enriquecer nossa cultura popular.

Tanto talento resultou em uma grande homenagem feita pelos europeus: a réplica de suas mãos está exposta no Museu de Reggio Emilia, na Itália, como uma das mais velozes mãos do acordeon.

Com uma discografia que registra 24 discos, em 2003 lançou o CD “Asa Branca Blues”, que mostra sua versatilidade em um dos grandes clássicos da música brasileira com uma versão Blues cheia de novidades e timbres. Esta obra também conta com a participação especial de Hermeto Paschoal e Rodrigo Botter Maio. No mesmo ano outro CD com o título de “Um bom Forró” foi lançado, resgatando suas raízes nordestinas.

Em 2009, lançou o CD “Lição de Casa” – recheado de composições inéditas e algumas regravações e sucessos com seus parceiros, dentre elas “Um Tom pra Jobim” de parceria com Sivuca, “Tenho Sede” (Anastácia/ Dominguinhos), Só Xote (Nelson Aires) e “Oblivion”, música de um de seus maiores ídolos musicais Astor Piazzolla.

Oswaldinho apresenta seu mais recente trabalho intitulado “Forró Chorado” – uma brilhante releitura do eterno “chorinho” em ritmo tradicional de forró. Este trabalho veio para consagrar a versatilidade e brilhante carreira deste ícone da música brasileira que é Oswaldinho do Acordeon.

 

OUELLET Raynald

Canada

WORLD MUSIC, VARIETE’

oulletRaynald Ouellet ha imparato a suonare la fisarmonica all'età di 2 anni. "Non è uno strumento insolito in questa zona", dice. "Sono cresciuto con questo strumento quindi il suono è molto familiare per me", dice.
Nato a Montreal, lui viaggiava con la famiglia a Montmagny il fine settimana per i festival di musica folk. A scuola, la fisarmonica non era nel programma di studi così studiò il violoncello.
Quando si è laureato, ha formato un gruppo folk chiamato Eritage. Hanno avuto un discreto successo - suonando in tutta la provincia, e incisero un album nel 1985, prodotto dal musicista canadese folk Stan Rogers.
Ma uno alla volta, i suoi compagni di band, sposati, hanno avuto figli e hanno dovuto abbandonare la band. Raynald Ouellet ha deciso di trasferirsi a Montmagny, città natale di sua madre, dove vivono circa 300 parenti.
Raynald Ouellet ha lavorato come falegname, mentre affinava le sue abilità come musicista. Ha fondato il World Accordion Festival, il Museo della Fisarmonica e poi Accordéon Mélodie, una fabbrica di fisarmoniche. Alla domanda se la fisarmonica è tutta la sua vita, Raynald Ouellet risponde immediatamente: "Sì, penso di sì." Possiede circa 65 fisarmoniche.
"La fisarmonica farà sicuramente un grande ritorno", prevede. "Stiamo cercando di farla rivivere gradualmente."

PALAZZO Francesco

ITALIA

 

CLASSICA

Francesco PalazzoFrancesco Palazzo (Martina Franca 1969) ha studiato con Salvatore di Gesualdo. Si è diplomato brillantemente in Fisarmonica (primo in Italia) presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze, completando la sua formazione attraverso studi umanistici, di Composizione, Musica Corale e Direzione di Coro.

Menzione Speciale “S. Gubaidulina” all’ “Ibla Grand Prize” 2001 e 2002 ha ottenuto la possibilità di esibirsi in concerto in prestigiose sale degli Stati Uniti e d’Europa ( New York - Lincoln Center , Alice Tully Hall, NY University, IIC Amsterdam)

Ha svolto inoltre un’importante attività concertistica nelle principali città italiane e all'estero (Olanda, Germania, Albania, Congo) per importanti associazioni concertistiche e rassegne musicali.

Ha condotto una personale ricerca tecnica ed espressiva, basata anche su confronto con altri strumenti, che lo ha spinto a rifondare la sua tecnica esecutiva su basi nuove e a progettare e far costruire uno strumento da concerto più rispondente alle rinnovate esigenze artistiche.

Dal 1993 è docente di Fisarmonica presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari; parallelamente all’attività concertistica e di insegnante, svolge quella di revisore e compositore con svariate pubblicazioni di trascrizioni, adattamenti e proprie composizioni per fisarmonica oltre ad una importante opera di carattere didattico intitolata “Fondamenti di Tecnica Fisarmonicistica”, per la Berben edizioni musicali e per la Physa Ed. Musicali.

Ha inciso per la Sorriso Ed. Mus., Rugginenti e, come solista per la Phoenix Classics, un recital comprendente musiche di J. S. Bach, C. Franck, F. Lattuada, F. Alfano, L. Ferrari-Trecate, S. Calligaris, B. Bartolozzi e S. Gubaidulina e per Digressione Music. Con quest’ultima ha pubblicato "Movimento Perpetuo", un nuovo lavoro discografico sulla letteratura originale di avanguardia per fisarmonica degli ultimi quarant'anni con musiche di Andriessen, Hosokawa, Lundquist, Palazzo, Gubaidulina, Tailleferre, Schmidt, di Gesualdo e "FOLKSONGS!", con il mezzosoprano Tiziana Portoghese.

In ambito cameristico e orchestrale sono da segnalare importanti collaborazioni con il “Tamborrino Ensemble”, lo “Xenia Ensemble”, Fondazione Adkins-Chiti “Donne in Musica”, l’orchestra “Musica Judaica” e il “Collegium Musicum”, con il quale ha eseguito, a fianco della violoncellista Elizabeth Wilson, l’opera “Sieben Worte” della compositrice russa Sofia Gubaidulina, per fisarmonica, violoncello e orchestra d’archi; l’Orchestra della Società dei Concerti di Bari, con la quale ha eseguito in prima assoluta nel 2008 il “Concerto per i popoli” per fisarmonica e orchestra, a lui dedicato dal compositore pugliese Luigi Morleo; il “Morley Mediterranean Quartet”, il Duo “Folksongs con il mezzosoprano Tiziana Portoghese, il Duo “Palazzo Squillante”, con il mandolinista Mauro Squillante.

Nel 2005 ha esordito come compositore vincendo il primo premio all’Ottava Edizione del Concorso Internazionale di Composizione “Franco Evangelisti”, indetto dall’Associazione Nuova Consonanza, con “Movimento Perpetuo” - Studio da Concerto per fisarmonica, pubblicato a cura dell’Edizioni Suvini Zerboni.

Le sue esecuzioni e composizioni sono state trasmesse da RadioTre, Radio Vaticana, Radio Classica Network e altre emittenti europee.

Nel Maggio 2011 al Teatro Petruzzelli di Bari ha eseguito, in prima esecuzione assoluta, un concerto per fisarmonica solista e orchestra, scritto per lui dal compositore Vito Palumbo.

PITOCCO Massimiliano

Italia

CLASSICA

massimiliano-pitocco-2Ha studiato Fisarmonica a Parigi con il M° Max Bonnay, diplomandosi nel ’92 al Conservatorio Nazionale Superiore, nel ’93 al Conservatorio della "ville de Paris" e sempre nello stesso anno al concorso regionale d’ Ile de France ottenendo ovunque il primo premio con medaglia d’Oro. Nel ’92 si diploma con lode in Organo a Pescara e nel ’94 in Fisarmonica a Bari.

E’ vincitore di numerosi concorsi internazionali di Fisarmonica, tra cui il primo premio a Castelfidardo (ed. 86 e 88) e il secondo premio alla "Coppa del Mondo" organizzata in Svizzera (ed. 89). E’ spesso invitato a conferenze e seminari oltre che a presiedere le giurie delle più importanti competizioni internazionali.
Ssuona anche il Bandoneòn e si è dedicato al Tango in particolare alla musica di A.Piazzolla e nel 1998 ha fondato il quartetto "Four for Tango". Suona nei più importanti teatri di tutto il mondo.

Ha collaborato con grandi musicisti e attori quali Milva, Luis Bacalov, Ennio Morricone, Sylvano Bussotti, Gidon Kremer, Nicola Piovani, Vinicio Capossela, Sebastiano Lo monaco, Leopoldo Mastelloni, David Riondino.

Nel 2002 ha suonato e diretto in Svizzera l’opera "Maria de Buenos Aires" di A.Piazzolla-H.Ferrer riscuotendo un notevole successo di pubblico e di critica.

Ha registrato numerose colonne sonore per film di cinema e televisione ed inciso diversi compact-disc per le case discografiche Dynamic, Fonola, Sculture d’ Aria, Riovoalto-Ducale, Wide, Azzurra.

E’ titolare della cattedra di Fisarmonica presso il Conservatorio "Santa Cecilia" di Roma. 

QING Cao Xiao

Cina

CLASSICA

Cao Xiao QingCao Xiao Quing è nato nel 1965 a Tianjin in Cina e ha iniziato a prendere lezioni di fisarmonica all’età di cinque anni.
Ha tenuto il suo primo concerto pubblico a Pechino e ben presto ha iniziato a studiare alla Accademia di Musica di Tianjin con il M° Wang Yu-Ping. 
Grazie alle sue brillanti capacità, egli ha subito avuto l’opportunità di seguire importanti consigli e istruzioni da molti fisarmonicisti di Pechino e Tianjin.
Nel 1987 ha ottenuto il premio “All China Accordion Competition” e ha vinto il concorso per giovani artisti emergenti nella città di Tianjin. 
Dopo un breve period come assistente in Cina, ha oppenuto una prestigiosa borsa di studio per continuare a studiare in Germania alla German Academic Exchange Service.
In Germania è stato seguito nel percorso formativo dal professore Elsbeth Moser e per qualche anno è stato insegnante all’università di Musica e Teatro di Hannover. 
Dal 2003 è professore al conservatorio Centrale di Musica di Pechino, in Cina. 
Cao Xiao Quing ha vinto il primo premio alla settima edizione del German Accordion Music Award di Baden-Baden nel 1997 e il primo premio al concorso Internazionale di  Fisarmonica "Città di Castelfidardo" in Italia.

RICHARD Jerome

Francia

VARIETE’

JEROME RICHARDNato a Cholet, Francia, regione di Maine-Loira il 29 giugno 1980, comincia a solfeggiare a 5 anni. Un anno dopo inizia lo studio della fisarmonica e già fa parlare di sé. Richard inanella concorsi, coppe, trofei. Se portasse le sue medaglie sul bavero somiglierebbe ad un generale del primo impero più che ad un fisarmonicista. Passa da un gala ad un ballo con la naturalezza sorridente che lo contraddistingue. Mai l’ultimo a fare festa, sempre il primo a sfoderare un paio di trilli per il piacere di un pubblico che si fa via via più numeroso.
Il 9 dicembre 1989 partecipa al teatro di Cholet a una delle selezioni dei “Piccoli prodigi della Fisarmonica” di quel Maurice Larcange senza il quale la nouvelle vague della fisarmonica non sarebbe la stessa. Viene scelto e nel maggio 1991 fa la sua prima registrazione cui ne segue un’altra già l’anno successivo.
Da allora non si contano le partecipazioni a compilations a cui partecipa come consulente non esitando a impegnarsi personalmente negli arrangiamenti per i più giovani.
Agli amanti della danza e della fisarmonica Richard riserva momenti di estremo virtuosismo con un repertorio di grande ricchezza che spazia tra gli evergreen e le sonorità moderne.

RIGANELLI Christian

Italia

CLASSICA, VARIETE’

riganelliChristian Riganelli nasce a Recanati ed inizia lo studio della fisarmonica con il M° P.Picchio.
Si diploma brillantemente in fisarmonica classica presso il Conservatorio “N.Piccinni” di Bari, sotto la guida del M° M.Pitocco. Prosegue gli studi presso il Conservatorio “G.B.Pergolesi” di Fermo, dove consegue il diploma in Didattica della Musica e il Diploma Accademico di II livello ad indirizzo interpretativo-compositivo con il M° R.Centazzo.
Ha frequentato corsi di perfezionamento e interpretazione musicale in Italia e all'estero, con i maestri C.Jacomucci, P.Soave, M.Ellegard e C.Rojac.
Si è esibito in Francia, Germania, Danimarca, Inghilterra, Repubblica Ceca, Brasile, Argentina e Giappone in occasione di importanti festival e rassegne internazionali.
Ha collaborato con Vinicio Capossela, Riccardo Tesi e David Riondino.
Ha eseguito in prima assoluta “La funzione del centenario” di Roberto De Simone, cantata meta-storica per tenore e fisarmonica solista, doppio coro maschile e banda, durante la 37esima Edizione di "Settembre al Borgo" nel Duomo di Casertavecchia.
Ha pubblicato il Cd “Livin God”, raccolta di letture poetiche e brani ispirati alla musica sacra, realizzato in collaborazione con la Regione Marche.
Ha partecipato in qualità di interprete e compositore in spettacoli teatrali ispirati a F.G.Lorca, D.Buzzati, L.Pirandello, G.Leopardi.
Ha collaborato con il Piccolo Teatro di Milano nello spettacolo “La storia della bambola abbandonata” di Brecht-Sastre e con il poeta e scrittore Davide Rondoni nel recital dantesco “L'amor che move il sole e l'altre stelle”.
Si è esibito in qualità di solista con l’Orchestra Filarmonica Marchigiana al Teatro delle Muse di Ancona, interpretando in prima esecuzione nazionale le musiche di B.Moretti per il balletto “Terra”.
Ha eseguito in duo con Gabriele Mirabassi le musiche di A.Mehmari per fisarmonica solista, clarinetto solista e orchestra d’archi, prima esecuzione presso la Sala Jardel Filho a San Paolo del Brasile e l'Istituto Italiano di Cultura a Tokio.
Si è esibito di recente, in qualità di solista, durante il Festival Internazionale di Castelfidardo, in occasione del 150° anniversario della nascita dell'industria della fisarmonica, accompagnato dall'Orchestra Filarmonica Marchigiana.
Ha realizzato in qualità di compositore e performer le musiche originali per il DVD "Castelfidardo e l'Unità d'Italia", prodotto dal Comune di Castelfidardo e dalla Regione Marche.
Svolge un’intensa attività concertistica come solista ed in varie formazioni cameristiche, proponendo repertori che spaziano dalla musica classica al varieté francese, dalla musica klezmer alla canzone d’autore.
E’ docente di fisarmonica presso la Civica Scuola di Musica “P.Soprani” di Castelfidardo e il Liceo Musicale "Rinaldini" di Ancona.
Nel 2014 riceve la nomina di Presidente del Museo Internazionale della Fisarmonica di Castelfidardo.

ROJAC Corrado

Italia

CLASSICA

 

CORRADO-ROJACTriestino, è stato il primo Italiano a diplomarsi in fisarmonica presso un Conservatorio di Stato ed anche uno dei primi docenti di tale strumento presso Istituzioni Statali.
Ha suonato per le istituzioni musicali italiane più prestigiose, tra le quali il Teatro Regio di Torino, l’Arena di Verona, La Fenice di Venezia, la Società dei concerti di Trieste, l’Accademia filarmonica di Bologna. Numerose anche le sue affermazioni all’estero (Salisburgo, Zagabria, Bucarest, Pechino).
Ha contribuito notevolmente allo sviluppo della letteratura contemporanea per fisarmonica, collaborando con numerosi compositori, e presentando in prima esecuzione vari brani, spesso anche propri. Diplomato in Composizione presso il Conservatorio Verdi di Milano sotto la guida del M° Alessandro Solbiati, svolge anche attività compositiva.
Ha avvicinato la fisarmonica anche al mondo della musica elettronica.
Nel 2003 è fisarmonicista in residence per il Laboratorio di Musica Contemporanea del M° Azio Corghi presso l’Accademia Chigiana di Siena.
Nel 2010 e 2011 tiene alla Harvard University di Boston, una conferenza-concerto sulla musica contemporanea per fisarmonica, e un concerto con musiche in prima esecuzione di studenti e docenti dello stesso ateneo.
E’ diplomato anche in pianoforte e violoncello, nonché laureato in Storia della musica presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Trieste. La sua tesi di laurea sul Metodo per armonica a mantice di Giuseppe Greggiati apre alla fisarmonica una prospettiva storico-filologica sinora sconosciuta. Ha registrato per varie emittenti radiofoniche e televisive, tra le quali l’austriaca ORF, la RAI, SKYclassica, Limen tv.

SCIGLIANO Giuseppe

ITALIA

 

 CLASSICA

 

sciglianoGiuseppe Scigliano è un fisarmonicista classico (bayan), bandoneonista e didatta italiano. E’considerato dalla critica internazionale uno dei più poliedrici e virtuosi bayanisti del panorama fisarmonicistico italiano. 

Ha iniziato in tenera età lo studio della Fisarmonica Classica  con il M° Mario Castellacci. E’ stato il primo diplomato con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio di Musica “Santa Cecilia” di Roma sotto la guida del M° Massimiliano Pitocco. Ha studiato Composizione e Direzione d’ Orchestra con il M° Francesco Carotenuto ed ha frequentato corsi di  perfezionamento in Italia ed all’ estero con Massimiliano Pitocco, Wjatscheslaw Semjonow, Matti Rantanen, Max Bonnay, Friederic Lips, Yuri Shiskin, Geir Draugsvol, Jean Luc Manca e Claudio Jacomucci con il quale ha frequentato il corso triennale della “Scuola Superiore di Fisarmonica” presso il Conservatorio “G.Lettimi” di Rimini .

Ha al suo attivo numerosi concerti in Italia e all’ estero, e la sua ricerca sul repertorio classico e contemporaneo è sempre finalizzata allo sviluppo e alla scoperta di nuove tecniche per la letteratura fisarmonicistica. Più info su www.giuseppescigliano.com

 

SELIVANOV Alexander

Russia

CLASSICA

 

ALEXANDER SELIVANOVVincitore di molti premi internazionali tra cui il “Klingenthal”, la “Coupe Mondiale”, il “Castelfidardo”, Selivanov è nato 35 anni fa a Kazan (USSR) ed ha Selivanov ha studiato fisarmonica e direzione d’orchestra con il professor Viatcheslav Semionov all’Accademia Musicale “Gnesins” a Mosca dove attualmente insegna.
Oltre ai concerti come solista, ha duettato con Y. Amerikova in “Una Sinistra” e suona con numerose orchestre, tiene masterclass e conferenze in Russia, Asia ed Europa.
È anche organizzatore di concorsi e festival internazionali della fisarmonica in Russia.

SENECA Giovanni

Italia

 

WORLD MUSIC

giovanni_seneca10Giovanni Seneca Consegue il diploma al conservatorio Gioacchino Rossini di Pesaro  con il massimo dei voti e  la lode. E’ vissuto sei anni in Francia a Parigi dove si e’ specializzato  all’Ecole Normale de Musique e al conservatorio Ravel. Ha realizzato produzioni in vari ambiti scrivendo e interpretando canzoni, brani solistici, cameristici e orchestrali. Ha inoltre composto musica per il cinema e il teatro. Si è esibito nelle maggiori città e teatri italiani come anche a Parigi, Berlino, New York, Philadelphia, Tel Aviv, Sarajevo, Belgrado, Smirne, Durazzo, Hammamet, Alexandria, il Cairo. Nell’aprile 2009 e’ stato protagonista in trio assieme a due musicisti neozelandesi di una tournée di 12 concerti nelle maggiori città della Nuova Zelanda, con un programma comprendente composizioni originali di Seneca e di autori neozelandesi. E’ stato ospite solista nelle stagioni di molte orchestre, tra cui: Orchestra Sinfonica della Rai di Roma, Orchestre des Concerts Lamoreux di Parigi, Orchestre Symphonique Français di Parigi, Orchestre Philarmonique di Cannes in costa azzurra, Orchestra Filarmonica Marchigiana di Ancona.

 

In ambito teatrale ha scritto musiche per spettacoli con attori come Valeria Moriconi, Neri Marcorè, David Riondino, Maddalena Crippa e Lunetta Savino. E’ stato invitato come ospite musicale in diversi programmi radiofonici e televisivi  della Rai e di France Musique. I Telegiornali, sia nazionali, sia regionali, hanno dedicato alla sua attività numerosi servizi. Ennio Morricone ha composto per lui e gli ha dedicato un concerto per chitarra e orchestra eseguito in prima assoluta a Parigi e inciso su cd con l’Orchestra Nazionale dell’Accademia di Santa Cecilia di Roma. E’ direttore artistico del progetto Adriatico Mediterraneo che organizza eventi culturali e progetti di cooperazione culturale sia in Italia che nell’area del Mediterraneo. E’ docente di chitarra all’istituto di alta formazione artistica e musicale  G.B. Pergolesi di Ancona.

 

SPACCAROTELLA Antonio

 

Italia

 

WORLD MUSIC, VARIETÈ

 

spaccarotellaBN
Si forma da giovanissimo nella scuola di fisarmonica del cosentino, diretta dal Lucio Cortese.

Dal 2003 al 2008 ha seguito i corsi di fisarmonica moderna con Renzo Ruggeri, a Roseto degli Abruzzi (TE).

Ha studiato nel triennio di fisarmonica Jazz, docente Renzo Ruggeri, tenuto presso il conservatorio di musica G.BRAGA di Teramo dove ha studiato storia della musica jazz, arrangiamento moderno per piccole e medie formazioni, informatica musicale. Ha seguito un corso della durata di 6 mesi per la didattica formativa negli organici accademici privati tenuto da Renzo Ruggeri.

Nel 2009 ha conseguito la licenza di teoria e solfeggio; e di pianoforte Complementare (indirizzo fisarmonica) presso il conservatorio P.I. Tchaicovsky di Nocera Terinese (CZ).

Nel 2002 ha seguito il Master Class di Fisarmonica Classica con Vladimir Zubitsky (Russia) ed il Concorso Internazionale città di San Vincenzo La Costa.

Nel 2007 ha seguito il Seminario di Fisarmonica Jazz con Luciano Biondini (Italy); il festival Internazionale di Castelfidardo; il Seminario di Fisarmonica classica e tecnica Alexander con Claudio Jacomucci (Italy); il Festival Internazionale di Castelfidardo; lo Stage di musica tradizionale/popolare e contaminazione popolare ,docente Danilo Montenegro, UNICAL Università della Calabria CS.

Nel 2008 ha seguito il Corso Roland sulla fisarmonica diatonica digitale FR18d presso Roland EU S.p.A., a San Benedetto del Tronto; il Seminario di Fisarmonica classica con Friedric Lips (Russia); il Festival Internazionale di Castelfidardo; il Master Class di Fisarmonica Jazz con Frank Marocco (USA) Victoria accordions factory – Castelfidardo.

Nel 2009 ha seguito lo Stage Roland sulla fisarmonica digitale (Roland School) svolto presso la Roland Italy S.p.A. Milano.

Nel 2010 ha seguito invece il Master Class di Fisarmonica Moderna e Classica con Frederic Deschamps (France) e Mika Vayrynen (Finland), presso il Conservatorio di Musica “Santa Cecilia”, Roma ed il Master Class di fisarmonica classica con Massimiliano Pitocco (Italy), presso il Conservatorio P. I. Tchaikovsky.

Nel 2011 ha proseguito il Seminario di jazz, “L’arte dell’improvvisazione”, tenuto da: Nicola Pisani (Italy), Mark Tumbas (Grece), presso il Conservatorio di S. Giacomantonio CS.

Tra il 2010 ed il 2012 ha seguito “tecniche d’avanguardia sulla didattica per fisarmonica Classica, Moderna”, con Frederich Deschamps, presso La Selle/Parigi (Francia).

SUNDEQVIST Jörgen

Svezia 

CLASSICA

 

Jörgen SundeqvistJörgen Sundeqvist è nato a Nyköping, Svezia il 19 aprile 1962 da una famiglia di musicisti. I suoi nonni e altri parenti suonavano la fisarmonica e lo zio suonava il violoncello, contrabbasso e chitarra. Jörgen ha iniziato a suonare la fisarmonica all'età di sette anni e poco dopo ha iniziato a studiarla sotto la guida di Hans-Erik Naas, uno dei fisarmonicisti ed insegnanti, con il quale ha poi fatto una serie di dischi e suonato su molti programmi radiofonici e TV in circolazione in Svezia.

Durante i suoi studi ha avuto modo di lavorare su contrabbasso, armonica, e forme musicali e arrangiamento presso la Scuola di Musica Framnas. Jörgen ha deciso di studiare in America con il famoso il concertista di fisarmonicista e insegnante Anthony Galla-Rini per due anni interi al fine di approfondire la sua conoscenza della teoria musicale e di ampliare il suo repertorio come concertista, fisarmonicista, compositore, arrangiatore e insegnante. Ha tenuto concerti da solista in molti paesi ed è stato solista in televisione e alla radio sia in America e in Svezia. Concerti sono state date in Svezia, Norvegia, Finlandia, Stati Uniti, Canada, Italia, Germania, Ungheria, Austria, Francia, Russia, Inghilterra, Scozia, Spagna, Danimarca e Nuova Zelanda.

I suoi talenti eccezionali hanno portato Galla-Rini con lui per andare in un tour di concerti in duo nel 1981 girando il Canada occidentale, gli Stati Uniti e l'Europa continentale. Da questo tour è scaturita una registrazione LP pubblicata anche in Svezia. Ha anche girato e tenuto concerti insieme a fisarmonicisti come Yuri Kazakov, Yuri Vostrelov, Oleg Sharov e Carmen Carrozza.

Ha anche suonato con la fisarmonica in molte combinazioni uniche e speciali, come con l'organo della chiesa, interpretato da Hakan Dahlen, uno degli organisti più importanti in Svezia, svolgendo sia composizioni originali che musica barocca. Il duo ha registrato un CD in merito.

Jörgen è stato anche solista in numerosi concerti sinfonici con diverse orchestre sinfoniche in Svezia. È un insegnante ben noto in Svezia ed è attualmente insegna alla scuola culturale Kramfors.

Molti compositori famosi hanno scritto musica per fisarmonica, soprattutto per Jörgen. Tra loro ci sono i famosi compositori John Gart, Sven-Eric Johanson, Johannes Degen, Olof Lindgren, Gunnar Holmberg e Fredrik Högberg. Jörgen ha una grande conoscenza della musica per fisarmonica originali provenienti da tutto il mondo. Egli è anche spesso impegnato come giudice in numerosi concorsi internazionali di fisarmonica di tutto il mondo. Tra gli altri, quest'anno sarà al PIF Premio Internazionale della Fisarmonica di Castelfidardo. 

Jörgen è membro della Royal Academy of Music di Stoccolma e Vice Presidente dell'Associazione del fisarmonicista svedese. Nel 1994 è stato eletto il fisarmonicista dell'Anno in Svezia.

SVIACKEVICIUS Raimondas

Lituania

CLASSICA

 

Raimondas SviackeviciusSi è laureato presso l'Accademia Lituana di Musica e Teatro nel 1999, Dal 1998 al 1999 ha studiato presso l'Accademia di Musica di Lodz (Polonia) con il fisarmonicista e compositore Bogdan Dowlasz.Dal 1999 al 2000 ha frequentato l'Accademia di Musica Sibelius a Helsinki (Finlandia), con il Prof. Matti Rantanen e, fino al 2001, ha svolto studi post-laurea presso il Conservatorio Reale dell'Aia (Olanda), con insegnanti famosi come Friedrich Lips (Russia) e Johan De Con (Olanda).
Ha partecipato a numerosi concorsi internazionali, vincendo molti tra cui il primo premio al concorso internazionale di fisarmonica 9° Premio Internazionale Stefano Bizzarri, dove ha anche ricevuto il premio "Golden Lyre" nel 2000.
Attivo come solista, suona anche musica da camera e partecipa a diverse formazioni e gruppi che suonano musica sperimentale, d'avanguardia e jazz. Nel 2004, entra a far parte dell'ensemble di musica contemporanea Gaida, e dal 2009 è stato attivamente coinvolto nel lituano Ensemble Network.
Sviackevičius tiene masterclass internazionali e seminari. Molti dei suoi allievi sono vincitori di concorsi internazionali, appaiono in vari festival, e sono attivamente coinvolti nella vita concertistica dove sono riconosciuti come adepti di musica contemporanea. Recentemente, alla carriera artistica Raimondas Sviackevičius si occupa dell'organizzazione di eventi a tema fisarmonica e, dal 2008, è direttore artistico del Festival Internazionale di Fisarmonica di Vilnius e Palanga.

TESI Riccardo

ITALIA

 

WORLD MUSIC

tesiCompositore, strumentista, ricercatore: queste le anime della complessa e poliedrica personalità artistica di Riccardo Tesi, autentico pioniere dell’etnica in Italia.

Dagli esordi decisamente folk nel 1978 al fianco di Caterina Bueno, alle odierne collaborazioni, la storia musicale del pistoiese Tesi vive di una preziosa continuità fatta di passione e di curiosità onnivore, che dalla tradizione toscana lo ha accompagnato al confronto con quelle italiane, basche, inglesi, francesi e malgasce, con il jazz, il liscio e la canzone d’autore.

In perfetta simbiosi con la sua poetica della memoria, il suo strumento: l’organetto diatonico, antenato della fisarmonica, al quale per primo in Italia, ha consacrato un intero disco intitolato “Il ballo della lepre” (1981).

Ciò che colpisce di Tesi è lo stile, chiaramente riconoscibile, attraverso il quale riesce a far parlare all’organetto una lingua arcaica e nuova, dilatando il vocabolario e la tecnica di uno strumento rimasto a lungo patrimonio esclusivo della tradizione; una scelta “splendidamente inattuale” che lo iscrive, per lirismo e virtuosismo, al circolo di quanti, a tutte le latitudini hanno ridato dignità alla fisarmonica e ai suoi affini.

Le esperienze musicali con il gruppo sardo-toscano Ritmia, il duo con Patrick Vaillant, lo spettacolo di canzoni occitane “Anita, Anita” ancora con Vaillant e Jean Marie Carlotti, il trio di organetti Trans Europe Diatonique con John Kirkpatrick, Marc Perrone, Kepa Junkera, il trio jazzistico col mandolinista nizzardo e Gianluigi Trovesi, hanno allargato i confini geografici e le frontiere musicali di Riccardo Tesi, insieme ad altre collaborazioni di grande prestigio come quella col malgascio Justin Valì, con la cantante sarda Elena Ledda, la cantante umbra Lucilla Galeazzi, con il gruppo siciliano Dounia, la portoghese Amelia Muge, la siciliana Rita Botto, con l’arpista Vincenzo Zitello, con il clarinettista Gabriele Mirabassi, i tamburellisti  Carlo Rizzo e Alfio Antico, con il pianista Rocco de Rosa, il flautista lusitano Rao  Kyao, il virtuoso di chitarra portoghese Custodio Castelo, con il jazz partenopeo di Maria Pia de Vito, con i chitarristi Beppe Gambetta, Reno Brandoni e Peppino D’Agostino, con l’etnojazz di Daniele Sepe, con l’humor della Banda Osiris, con artisti dell’area rock come Francesco Magnelli, Ginevra di Marco (ex CSI e PGR), Piero Pelù e gli Skiantos, con il DJ Ominostanco fino alla grande canzone d’autore italiana con Ivano Fossati, Fabrizio De Andrè, Ornella Vanoni, Gianmaria Testa, Giorgio Gaber, Carmen Consoli, Carlo Muratori, Tosca, Luca Nesti, Cisco, Cristina Donà, Nada e Giua (Maria Pierantoni Giua).